ATLETICA COGNE AOSTA

user
pwd
Cogne Acciai Speciali        NUOVI CENTRI CONI AVVIAMENTO ALLO SPORT       

IN EVIDENZA

VISITE MEDICHE - RICORDATE

Aosta

14/02/2015

E' operativa la convenzione con l'IRV

- Istituto Radiologico Valdostano di Aosta per le visite medico-sportive. Ricordate all'Istituto che siete tesserati Cogne e avrete SCONTI e diversi vantaggi.

Meteo

Aosta

23/03/2018

ATLETICA SOCIAL

Aosta

20/02/2018

@atletica_cogne_aosta

ora anche su Instagram

segui anche tu!!!

 

DEVOLVI IL TUO 5XMILLE ALL'ATLETICA COGNE

AOSTA

01/06/2020

  5x1000

Non ti costa nulla ed è semplice: basta indicare sulla tua dichiarazione dei redditi il         

C.F.: 91047260079.
Permetterai alla società di avere più fondi da destinare all’organizzazione dell’attività sportiva!

Stagione 2009

PRIMO INCONTRO CON L'ATLETICA

12/06/2009 - autore: Elena Nogara

LA PIOGGIA SI RITIRA DI FRONTE ALL'ASSALTO DI OLTRE TRECENTO GIOVANISSIMI ATLETI

SI E' SVOLTA CON SUCCESSO LA PRIMA EDIZIONE DELLA GIORNATA FINALE,  INDETTA PER FESTEGGIARE LE 24 CLASSI CHE HANNO CONOSCIUTO L'ATLETICA, GRAZIE AI NOSTRI TECNICI

Si è svolta presso il campo scuola di atletica leggera di Aosta la giornata finale tra quasi tutte le scuole che hanno aderito, durante l’anno scolastico in corso, al progetto “Il Primo incontro con l’atletica”. Organizzata grazie al contributo fondamentale del Patricinio dell’Assessorato Istruzione e Cultura - Dipartimento Sovraintendenza agli Studi della Regione Autonoma Valle d’Aosta e al CONI per l’allestimento del campo.
Giornata che è cominciata con qualche intoppo a causa del brutto tempo, che ha tenuto sia gli organizzatori che le maestre sulle “spine” fino a quando un raggio di sole è spuntato, tra i nuvoloni neri e la pioggia, facendo sperare in un miglioramento del tempo, che ha permesso il buon svolgersi della manifestazione nonostante una partenza a rilento.
Più di 250, per un totale di diciannove classi, sono stati i partecipanti, nonostante la giornata incerta.
Grazie al contributo di molti volontari della nostra società e a quello delle maestre si è riusciti a far ruotare i bambini su quattro stazioni duplicate. In particolare quella dei 50 m piani, del percorso di agilità, del salto in lungo e del lancio del vortex per le classi 4ª e 5ª. Per quattro classi, la 1ª, la 2ª e la 3ª della scuola primaria di Porossan e la 3ª di Introd, sono stati organizzati dei giochi di avvicinamento all’atletica durante la mattinata.
Tanti bei risultati sono stati ottenuti da tutti i partecipanti che hanno dato il meglio di sé al fine di contribuire, grazie al punteggio ottenuto dalla propria classe, all’ottenimento del premio per i migliori plessi.
A livello individuale coloro che si sono maggiormente distinti, per le classi quarte, sono:
PERCORSO:
o femminile
1ª - Selsabil Oueslati (P. San Francesco) con 24”03;
2ª - Camilla Castagna (Gressan) con 24”07;
3ª - Chiara Savona (Gressan) con 24”95.
o maschile
1° - Roberto Floriani (Charvensod) con 24”21;
2° - Erik Gelcich (Gressan) con 24”26;
3° - Tommaso Rossin (P. San Francesco) con 24”43.
50 m PIANI:
o femminile
1ª - Camilla Castagna (Gressan) – 8”08
2ª - Elisa Distasi (Einaudi) – 8”36
3ª - Chiara Savona (Gressan) – 8”45
o maschile
1° - Emiliano Vuillermoz (Einaudi) – 7”93
2° - Erik Gelcich (Gressan) – 8”00
3° - Tommaso Rossin (P. San Francesco) – 8”04
SALTO IN LUNGO:
o femminile
1ª - Camilla Castagna (Gressan) – 3,43 m
2ª - Martina Chiono (Porossan) – 3,30 m
3ª - Elisa Distasi (Einaudi) – 3,20 m
o maschile
1° - Roger Boldrini (Gressan) e Laurent Borbey (Charvensod) – 3,60 m
2° - Erik Gelcich (Gressan), Emilino Vuillermoz (Einaudi) e Thierry Boch (Porossan) – 3,50 m
3° - Alessandro Goi (Q. Cogne) – 3,46 m
LANCIO DEL VORTEX:
o femminile
1ª - Elisa Peloso (P. San Francesco) – 16,47 m
2ª - Matilde Droz Blanc (Einaudi) – 15,20 m
3ª - Denisa Taut (Einuadi) – 14,57 m
o maschile
1° - Emiliano Vuillermoz (Einaudi) – 28,73 m
2° - Ivan Domingo Veras Barreras (P. San Francesco) – 28,50 m
3° - Andrea Spataro (Charvensod) – 27,63 m
Per le classi quinte:
PERCORSO:
o femminile
1ª - Alessia Distrotti (Einaudi) 25”73;
2ª - Tsege Altini (Einaudi) 25”96;
3ª - Federica Chabloz (Gressan) 26”52.
o maschile
1° - Enrico Pignatelli (Einuadi) 21”07;
2° - Marco Bozzuto (Charvensod) 23”76;
3° - Gabriele Pesando Gamacchio (Einaudi) 24”05.
50 m PIANI:
o femminile
1ª - Tsege Altini (Einaudi) – 8”44
2ª - Elisabetta Bassi (Einaudi) – 8”48
3ª - Alessia Distrotti (Einaudi) – 8”51
o maschile
1° - Federico Pieropan (Gressan) – 8”02
2° - Mattia Telesforo (Charvensod) – 8”12
3° - Etienne Barailler (Einaudi) – 8”15
SALTO IN LUNGO:
o femminile
1ª - Federica Chabloz (Gressan) e Roberta Spegno (Einaudi) – 3,30 m
2ª - Alessia Distrotti (Einaudi) – 3,22 m
3ª - Tsege Altini (Einaudi) – 3,20 m
o maschile
1° - Mattia Telesforo (Charvensod) – 3,80 m
2° - Enrico Pignatelli (Einaudi) – 3,70 m
3° - Gabriele Pesando Gamacchio (Einaudi) – 3,63 m
LANCIO DEL VORTEX:
o femminile
1ª - Francesca Magazzù (Charvensod) – 19,85 m
2ª - Tsege Altini (Einaudi) – 19,67 m
3ª - Sara Romagnolo (Gressan) – 16,64 m
o maschile
1° - Ajit Altieri (Einaudi) – 30,38 m
2° - Gabriele Pesando Gamacchio (Einaudi) – 29,45 m
3° - Kevin Romano (Q. Cogne) – 28,22 m
La classifica per plessi ha visto prevalere Aosta 3 (Einaudi e Porossan) con 17, 6 punti, su Mont Emilius 3 (Charvensod e Gressan) con 16,8 punti, Aosta 4 (P. San Francesco) con 15 punti, Aosta 1 (Q. Cogne) 14, 1 punti e M.I. Viglino (Introd) 13,3 punti.

Vorremmo fare un ringraziamento particolare a:

- tutti i bambini che hanno preso parte a questa iniziativa con entusiasmo, voglia di mettersi in gioco e di divertirsi insieme;

-tutte le maestre che coraggiosamente, nonostante il tempo, hanno permesso alle loro classi di partecipare alla giornata;

-l’Assessorato Istruzione e Cultura - Dipartimento Sovraintendenza agli Studi della Regione Autonoma Valle d’Aosta, in particolare l'assessore Laurent Vierin, la sovrintendente agli studi Patrizia Bongiovanni, alla segretaria Stefania Clos e a Marco Lucsh per la realizzazione delle magliette, degli attestati e dei premi e il sostegno dato;

- al C.O.N.I, in particolare a Bruno Oro e Hélène Certain, per aver concesso l'uso del materiale per l'allestimento del campo.

-tutti i nostri volontari che si sono impegnati per la buona realizzazione della giornata, in particolare: il nostro speaker d'eccellenza Carlo Gobbo che si è trovato a dover bisticciare con il microfono un po' "biricchino", il presidente Domenico Chatrian fondamentale per lo svolgersi della giornata, i due vicepresidenti vulcanici Sonia Galeazzi e Andrea Vuillermoz, i sempre disponibili giudici Cesare Gerbelle e Sergio Nogara, e il futuro starter Marco Monticone, le donne tuttofare Elena Rocca, Anna Vignale, Sandra (mamma di Chiara e Beatrice Sammaritani), Valentina Vertui e Caterina Trapasso, e ancora i mitici Leo Berard, Mauro e Davide Serradura, Claudio Rey, Roberto Spatafora, l'instancabile Hamza Chakri che ha dovuto fare da postino per quasi tutta la mattinata e il disponibilissimo Severino Cubeddu;

-a Loris Botticini e a Ombretta per la loro disponibilità;

-a tutti i tecnici che hanno permesso di realizzare tutto questo;

-spero di non aver dimenticato nessuno, nel caso lo ringrazio.

Commenti:

il 13/06/2009 - buillet ha scritto:
Bravissini.... ottima manifestazione, ma soprattutto bravissimi per l'attività svolta a scuola con i bambini. Un solo suggerimento ,in una gara competitiva più bambini si premiano meglio è.Non è molto bello vedere pochi bambini plurimedagliati. E' meglio ,secondo me, premiare i bambini una volta solo e, se si piazzano sul podio anche per le altre prove, premiare bambini che, a scalare, si sono piazzati dopo. In una gara con 4 prove avremo così 12 maschi e 12 femmine con la tanto sospirata...medaglia! E' un buon sistema questo per avere più atleti in futuro...pensateci. Comunque BRAVISSIMI e al prossimo anno


il 13/06/2009 - elena ha scritto:
Grazie per i complementi e per i consigli! Ne faremo sicuramente tesoro nel caso il prossimo anno si ripeterà il progetto. Non ce l'aspettavamo neanche noi di dover premiare quasi sempre gli stessi bambini, però è andata così... avremmo dovuto consegnare gli attestati chiamando le classi al podio una per una in modo che tutti potessero salire sui suoi gradini. L'esperienza insegna, bisogna solo aver l'umiltà di accettare le critiche e cercare di migliorare. Grazie ancora!


vedi tutte le news del 2009

indietro